Cimas oggi è una realtà che vanta una media di 15000 pasti serviti al giorno e con oltre 350 dipendenti che operano in tutte le regioni del centro Italia in grado di offrire diverse tipologie di servizi coprendo tutti i comparti della ristorazione ed opera in sei regioni: Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio, Toscana ed Emilia Romagna
Con oltre 50 mense sparse in tutto il centro Italia, Cimas è un punto di riferimento sia nel catering che nella ristorazione aziendale, così come nella refezione per mense e strutture pubbliche: tra i nostri clienti contiamo infatti numerose scuole, università, mense per strutture pubbliche e ristorazioni commerciali.

 

Factory si è occupata dell’impaginazione grafica del company profile.

Attualmente diverse aziende ci stanno chiedendo di elaborare per loro un Company profile e allora cogliamo lo spunto per parlare di questo importante strumento.

Ma che cos’è un Company profile? Perché è importante averne uno? Come ti può aiutare un’agenzia di comunicazione a realizzare un Company profile che faccia al caso tuo?

Andiamo per ordine.

Che cos’è il Company profile?

Il Company profile così come rivela il nome stesso è il profilo aziendale. Lo potremmo definire quasi come la carta di identità dell’azienda, con la differenza che, invece di indicare solo i dati anagrafici, illustra voci come ad esempio l’area di attività, la mission, la vision, gli obiettivi per il futuro, i valori, i prodotti, i punti di forza e altro dell’azienda. Si cerca quindi di raccogliere in un unico documento, che può essere sia cartaceo (la classica brochure ne è un esempio), che in formato elettronico (infografiche, flipbook, slide in power point ecc,), tutte le informazioni utili per raccontare l’azienda agli stakeholders (ovvero a tutti quei soggetti che a vario titolo hanno a che fare con l’azienda come ad es. i fornitori, i clienti, gli azionisti ecc.). Non esiste una sequenza fissa di voci da riportare all’interno del Company profile, ma è bene inserire tutte quelle informazioni che illustrino al meglio l’azienda.

Perché è importante per un’azienda avere un Company profile?

Il Company profile è un importante strumento per farsi conoscere.

Ipotizziamo che un cliente voglia avere, subito dopo un primo incontro con il vostro agente di commercio, qualche informazione in più sulla vostra azienda. Vuole conoscere la vostra esperienza, i vostri punti di forza, ma anche molto più semplicemente dove producete il prodotto, i vostri obiettivi o altro. Tutte informazioni utili che potranno essere raccolte in un unico documento (sia cartaceo, che web) che potrà essere lasciato di persona o semplicemente messo a disposizione sul sito web aziendale.

Inoltre, avere un Company profile permette di apparire come un’azienda professionale attenta alle esigenze informative dei propri clienti, ma anche fornitori, azionisti ecc.

A volte, paradossalmente, scrivere delle informazioni così importanti aiuta anche l’azienda stessa a tenere sempre presente chi è e dove vuole arrivare.

Come ti può aiutare un’agenzia di comunicazione a realizzare un Company profile che faccia al caso tuo?

Come legare tanti concetti importanti in un unico documento? Come evitare che alla terza pagina il lettore faccia uno sbadiglio e metta da parte la vostra brochure o apra un’altra pagina del suo browser? Facile! Ricorrendo alla tecniche dello storytelling. Analizzando e immedesimandosi con i potenziali lettori. Studiando la storia d’impresa e riuscendo a capire cosa sia più di appeal per il lettore. Utilizzando una grafica semplice e coinvolgente. Scegliendo lo strumento (cartaceo o digitale) più adatto per accogliere il Company profile.

L’agenzia di comunicazione ti aiuterà sviluppando tutti i passaggi sopra descritti. Legherà i concetti più significativi, ricorrendo ad una timeline capace di ripercorrere le tappe più importanti della storia aziendale in un documento intrigante; oppure utilizzerà le metafore, capaci di essere fortemente comunicative.

I consigli di Factory:

  • Innanzitutto è importante immedesimarsi con il proprio lettore. Bisogna capire quali siano le sue esigenze informative. Non bisogna scrivere tante pagine per dare l’impressione di essere un’azienda importante. Solitamente poche pagine permettono di focalizzarsi meglio sulle informazioni più rilevanti e che effettivamente interessano al nostro lettore.
  • E’ meglio abbandonare le pretese di “leader di settore/mercato”, a meno che non lo siate realmente in modo comprovato. Definirsi così è asettico e poi se non corrisponde alla realtà, non è corretto nei confronti del lettore.
  • Le foto del proprietario messe in prima pagina spesso tolgono l’attenzione a cose importanti come i vostri obiettivi, cosa fate e perché un potenziale cliente dovrebbe scegliervi.
  • Non scrivete il Company profile in modo “egocentrico” ovvero utilizzando sempre la parola “noi”, bisogna scrivere pensando e mettendo al centro il lettore. Tecnicamente l’approccio da utilizzare viene definito “reader focused“.
  • E’ importante individuare i temi da trattare, che ritenete importanti per il vostro lettore, e legarli tra di loro in modo accattivante. Immaginate per esempio di essere un’azienda produttrice di caffè. Potreste per esempio raccontare la vostra storia, missione, vision, valori ed altro associando ogni tematica alle varie fasi della preparazione del caffè.
  • Non va sottovalutata la scelta del formato. Considerando la maggiore penetrazione degli strumenti informatici, non è da escludere la realizzazione di un Company profile in formato elettronico. Meno costoso di quello cartaceo, il formato elettronico è facilmente aggiornabile e maggiormente spendibile sul sito aziendale, sui social network, tramite le e-mail ed altro.
  • contenuti devono essere di qualità, mentre il tono e lo stile da adottare devono riflettere quelli del vostro brand.